VISITA ORTOPEDICA DEL GINOCCHIO A PARMA

La visita ortopedica specialistica del ginocchio consente di determinare la natura di problemi e patologie che interessano l’articolazione del ginocchio – che si manifestano nella difficoltà di deambulazione, sensazione dolorosa, rigidità e blocco del movimento –  e così stabilire l’adeguato percorso riabilitativo e piano terapeutico.

Il ginocchio è l’articolazione più grande del corpo umano, e rende possibili i  movimenti di flessione-estensione della gamba, indispensabili per svolgere tutte le attività motorie come camminare, alzarsi o rimanere stabilmente in posizione eretta. L’articolazione, durante un’attività quotidiana come salire le scale, è in grado di sostenere un peso molte volte superiore a quello dell’individuo.

STRUTTURA GINOCCHIO E SINTOMATOLOGIE

Il ginocchio presenta una struttura molto complessa e avanzata: 

  • è costituito da tre ossa, il femore, la tibia e la rotula: il femore e la tibia formano l’articolazione femoro-tibiale, la rotula e il femore l’articolazione femoro-rotulea. Le superfici delle ossa sono rivestite da uno strato di cartilagine.
  • tra il femore e la tibia si trovano due strutture fibro-cartilaginee, i menischi, che hanno la funzione di distribuire i carichi del ginocchio in modo regolare, ammortizzare colpi e urti proteggendo la cartilagine articolare, ridurre l’attrito e di conseguenza l’usura delle superfici ossee.
  • le ossa del ginocchio sono collegate da robusti legamenti, che limitano e veicolano i nostri movimenti, impedendo sollecitazioni eccessive che possono danneggiare le articolazioni.I legamenti del ginocchio sono quattro: legamento crociato anteriore, legamento crociato posteriore, il legamento collaterale mediale e il legamento collaterale laterale.
  • le ossa sono quindi collegate ai muscoli dai tendini: il tendine quadricipitale, che connette il femore al quadricipite, ed il tendine rotuleo, che salda la rotula al muscolo tibiale.

Considerata questa struttura notevolmente complessa, si ricava che i problemi del ginocchio possono avere origini svariate, ed essere ricondotti a problemi ossei, cartilaginei, dei legamenti, dei tendini o delle sacche di liquido che circondano l’articolazione.

PRENOTA UNA VISITA ORTOPEDICA DEL GINOCCHIO PRESSO IL POLIAMBULATORIO GEMINI A PARMA

Sono disponibili presso il Poliambulatorio Gemini una serie di prestazioni Ortopediche, che possono essere effettuate singolarmente o all’interno di pacchetti prevenzione.

MEDICI DI REPARTO

GUARDOLI Prof. Aldo
GUARDOLI dott. Alberto

PRESTAZIONI

Visita specialistica al ginocchio
Visita di controllo
Controllo esami
Artocentresi
Infiltrazione

La visita ortopedica specialistica del ginocchio non richiede alcuna preparazione particolare da parte del paziente. 

Durata della visita: fino a  30 minuti.

Contatta la segreteria per fissare un appuntamento:

0521985454

 

o prenota online

PATOLOGIE

Le patologie del ginocchio includono le seguenti:

  • Borsite rotulea
  • Condropatia rotulea
  • Disturbi da instabilità o pressioni anomale della rotula
  • Frammenti liberi nell’articolazione (corpi mobili)
  • Frattura della rotula
  • Ginocchio valgo
  • Gonartrosi (artrosi del ginocchio)
  • Infiammazioni della membrana sinoviale
  • Lesione dei legamenti crociati o collaterali
  • Lesioni del menisco
  • Lesione dei tendini quadricipitali o rotuleo
  • Osteocondrite e osteocondrosi
  • Sindrome della benderella ileotibiale
  • Sindrome patello-femorale
  • Spostamento o lussazione della rotula
  • Tendinopatia rotulea

VISITA

Nella prima fase della visita, lo specialista ortopedico svolge un’anamnesi per apprendere le caratteristiche e la persistenza dei sintomi che il paziente avverte, l’eventuale concomitanza con altre patologie e terapie farmacologiche in corso, e valutare le caratteristiche dello stile di vita e della possibile attività sportiva praticata.

Fa seguito l’esame obiettivo. Dapprima lo specialista ortopedico esamina la deambulazione, la presenza di eventuali tumefazioni e asimmetrie, da visione frontale e laterale. Segue la palpazione, che si effettua con il paziente in posizione seduta sul lettino, o supino con ginocchia flesse a novanta gradi. Sono quindi svolte prove di stabilità articolare, che consentono una pre-valutazione di lesioni specifiche.

ESAMI STRUMENTALI

Esami strumentali di approfondimento sono decisivi per evidenziare in modo specifico la patologia esistente:

  • Radiografia: particolarmente efficace per rilevare fratture ossee;
  • Risonanza magnetica:  consente di visualizzare le strutture interne all’articolazione, come cartilagine e i legamenti.